1990: MILAN-SAMPDORIA
Il Milan di Arrigo Sacchi era atteso dalla quinta finale internazionale, dopo aver superato la Steaua a Barcellona, il Barca in Supercoppa Europea, il Nacional Medellin nell’Intercontinentale e il Benfica nella seconda Coppa dei Campioni consecutiva. Per la prima volta, affrontavamo una squadra italiana in un doppio turno a eliminazione diretta sulla scena europea. In palio la Supercoppa Europea, avversario la Sampdoria vincitrice della Coppa delle Coppe. 1-1 a Genova con le reti di Mikhailichenko ed Evani. Nella partita di ritorno, privo di Van Basten squalificato, il Milan sceglie di giocare sul campo di Bologna perché le zolle di San Siro facevano troppo le bizze. Le reti di Rijkaard e Gullit, in un momento non facile anche in campionato, confezionano la seconda Supercoppa Europea della storia rossonera.

IL TABELLINO

MILAN-SAMPDORIA 2-0

MILAN: Pazzagli, Tassotti, P. Maldini, Carbone, Costacurta (34’st F. Galli), Baresi, Ancelotti, Rijkaard, Agostini, Gullit (30’st Donadoni), Evani. All.: Sacchi.
SAMPDORIA: Pagliuca, Lanna, Bonetti, Pari, Vierchowod, Pellegrini, Mikhaijlichenko (23’st Dossena), Katanec (39’st Branca), Vialli, Mancini, Lombardo. All.: Boskov.
Arbitro: Petrovic.
Gol: 44′ Gullit (M), 31’st Rijkaard (M).

1994: MILAN-PARMA
Quattro anni dopo il Milan venne ammesso alla finale di Supercoppa Europea per via della squalifica dell’Olympique Marsiglia. I rossoneri dovettero affrontare il Parma e tutto lasciava sperare per il meglio, dopo la vittoria dell’andata: 1-0 con gol di Jean Pierre Papin. Ma nella sfida di ritorno le reti di Sensini e Crippa portano il trofeo a Parma. Dopo questa sconfitta, Fabio Capello inserisce Dejan Savicevic in squadra come titolare in pianta stabile e il Milan costruisce l’accoppiata vincente Scudetto-Coppa dei Campioni.

IL TABELLINO

MILAN-PARMA 0-2 (d.t.s.)

MILAN: S. Rossi, Panucci, P. Maldini, Albertini (19’st Lentini), Costacurta, Baresi, Laudrup (31’st Carbone), Desailly, Papin, Donadoni, Massaro. All.: Capello.
PARMA: Ballotta, Benarrivo, Di Chiara, Minotti, Matrecano, Sensini, Brolin, Pin, Crippa, Zola (14’sts Zoratto), Asprilla. All.: Scala.
Arbitro: Rothlisberger.
Gol: 23’st Sensini (P), 5’pts Crippa (P).

2003: INTER-MILAN
La semifinale-derby, una primizia assoluta in Champions League. Oggi che Real Madrid e Atletico Madrid hanno disputato addirittura due finalissime, il ricordo trascolora. Ma a livello cittadino il doppio confronto del maggio 2003 viene ricordato con grande emozione e pathos. Dopo lo 0-0 dell’andata in Milan-Inter, le due squadre milanesi si affrontano in “casa” nerazzurra. Alla fine del primo tempo, Shevchenko segna una rete che vale doppio e che, protetta dalle parate di Abbiatinonostante il gol di Martins, qualifica i rossoneri alla finale dell’Old Trafford, il teatro dei sogni di Manchester.

IL TABELLINO

INTER-MILAN 1-1

INTER: Toldo, Cordoba, Materazzi, Cannavaro, J. Zanetti, Sergio Conceicao, C. Zanetti, Di Biagio (1’st Dalmat), Emre, Recoba (1’st Martins), Crespo (26’st Kallon). All.: Cuper.
MILAN: Abbiati, Costacurta, Nesta, P. Maldini, Kaladze, Gattuso, Pirlo (44’st Brocchi), Seedorf, Rui Costa (19’st Ambrosini), Shevchenko, Inzaghi (35’st Serginho). All.: Ancelotti.
Arbitro: Veissiere.
Gol: 45′ Shevchenko (M), 39’st Martins (I).

2003: JUVENTUS-MILAN
È l’unica finale tutta italiana della storia della Champions League. È la partita che cambia la storia del Milan, con la coppa dalle grandi orecchie che torna a Milano nove anni dopo il trionfo di Atene. La Juventus aveva appena rivinto lo Scudetto e partiva favorita, anche se la squalifica di Nedved maturata negli ultimi minuti della semifinale di Torino contro il Real Madrid, aveva tolto qualche certezza ai bianconeri. È una delle partite più lunghe e imperscrutabili della storia delle finali europee. Alla fine, prevale il Milan con la grande gioia sul prato inglese e con i tifosi rossoneri che fanno festa grande anche davanti al maxi-schermo di San Siro.

IL TABELLINO

MILAN-JUVENTUS 0-0 (3-2 d.c.r.)

MILAN: Dida, Costacurta (20’st Roque Junior), Nesta, P. Maldini, Kaladze, Gattuso, Pirlo (21’st Serginho), Seedorf, Rui Costa (41’st Ambrosini), Shevchenko, Inzaghi. All.: Ancelotti.
JUVENTUS: Buffon, Thuram, Tudor (42′ Birindelli), Ferrara, Montero, Zambrotta, Davids (20’st Zalayeta), Tacchinardi, Camoranesi (1’st Conte), Del Piero, Trezeguet. All.: Lippi.
Arbitro: Merk.

2005: MILAN-INTER
Dopo due finali vinte contro Sampdoria e Juventus, una persa contro il Parma e una semifinale superata contro l’Inter, riecco proprio i nerazzurri. Siamo nell’aprile del 2005 e il Milan non solo è nei quarti di finale di Champions League dove è chiamato ad affrontare un doppio derby, ma deve sostenere anche un duro testa a testa per il titolo italiano con la Juventus in campionato. All’andata l’Inter spera di rifarsi dopo un pareggio e una sconfitta nei derby di campionato, ma si impone il Milan con due colpi di testa di Stam e del rientrante Shevchenko. Nella gara di ritorno, Inter-Milan, accade davvero di tutto: Sheva ancora in gol, tante parate di Dida e poi i petardi della curva interista sul campo di gioco di San Siro. Il Milan va in semifinale, dove avrebbe poi affrontato il PSV Eindhoven.

IL TABELLINO

MILAN-INTER 2-0

MILAN: Dida, Cafu (47’st Costacurta), Nesta (25’st Kaladze), P. Maldini, Stam, Gattuso, Pirlo, Seedorf, Kaká, Crespo (38’st Ambrosini), Shevchenko. All.: Ancelotti.
INTER: Toldo, J. Zanetti, Cordoba, Mihajlovic, Favalli, Veron (25’st Karagounis), C. Zanetti (36’st Van der Meyde), Cambiasso, Stankovic, Martins, Cruz (10’st Vieri). All.: Mancini.
Arbitro: Sars.
Gol: 45′ Stam (M), 28’st Shevchenko (M)

fonte: acmilan.com