Esordio europeo “ufficiale”, a tutti gli effetti, con tutti i crismi, nei gironi europei del Milan a San Siro contro il Rijeka. È Europa League, non Champions, ma in ogni caso Europa. Mediatica, suggestiva, stimolante. La prima a San Siro contro la squadra croata, dopo il successo di Vienna, riporta alla mente un esordio euro-milanese dei rossoneri contro una squadra turca, non più tardi di 12 anni fa.

PAROLA CHIAVE: ISTANBUL
Il Milan aveva lasciato una parte di sé a Istanbul. In quella città, pochi mesi prima, il cuore rossonero si era fermato prima di riavviarsi. Sconfitta black out, sconfitta mozzafiato. Poi, entrato nella pancia dell’estate, il Milan aveva iniziato a pensare alla rivincita. La prima partita europea del Milan dopo la finale persa ai rigori all’Ataturk è stata proprio contro una squadra di Istanbul, ovvero Milan-Fenerbahçe, 13 settembre 2005 a San Siro, per il Gruppo E di Champions Leagueche comprendeva anche PSV e Schalke 04.

UN LUNGO PROLOGO PRIMA DEL GUIZZO DI KAKÁ
Il Fenerbahçe aveva iniziato da più di un mese il Campionato, il Milan aveva “pareggiato” ad Ascoli nella prima di Campionato e nel turno successivo aveva superato 3-1 il Siena a San Siro. Quindi, la prima di Champions. Rossoneri subito in vantaggio con un tiro di Kaká, e ci siamo. Partita incanalata. I turchi però nel secondo tempo diventano più intraprendenti. La squadra allenata dal tedesco Christoph Daum vive degli spunti di alcuni giocatori brasiliani, ma anche di Appiah e Anelka. Proprio il francese si procura un rigore dopo un contatto in area con Gattuso: 17′ minuto del 2′ tempo, undici metri, 1-1.

IL GOL DELLA RINASCITA
E adesso come si fa? Dove trova il Milan, pochi mesi dopo Istanbul e nel bel mezzo di una partita che sembrava ormai segnata, l’energia nervosa per reagire? Passano i minuti e il punteggio resta di 1-1. Un pareggio che rischierebbe subito di compromettere il girone. È una corsa di 40 metri di Kaká al 41′ minuto a scacciare i fantasmi. Uno slalom strepitoso, tanto felpato quanto irresistibile. Al termine della traversata in solitario nella metà campo tuca, Kaká piazza il tiro del 2-1. Tutti in piedi ad applaudire. Poi, a rebus risolto dal fuoriclasse brasiliano, segnerà anche Sheva il gol del 3-1.

IL TABELLINO

MILAN-FENERBAHCE 3-1

MILAN: Dida, Cafu, Nesta, P. Maldini, Kaladze, Gattuso (26’st Serginho), Pirlo (26’st Vogel), Ambrosini, Kaká, Shevchenko, Vieri (33’st Gilardino). All.: Ancelotti.
FENERBAHCE: Volkan, Serkan, Onder, Fabio Luciano, Umit Ozat, Appiah (8’st Kemal, 45’st Nobre), Selcuk, Marco Aurelio, Alex, Anelka, Tuncay. All.: Daum.
Arbitro: Riley (ING).
Gol: 18′ Kaká (M), 18’st rig. Alex (F), 42’st Kaká (M), 44’st Shevchenko (M).

fonte: acmilan.com