Apparso in forma smagliante durante il consueto brindisi del suo Bayern Monaco all'inaugurazione dell'Oktoberfest, Ancelotti spegne le voci di un suo possibile addio a gennaio Come ogni buona tradizione che si rispetti in Germania, anche quest'anno Carlo Ancelotti e tutto il Bayern Monaco hanno partecipato alla presentazione di un noto marchio di birra. La squadra, approfittando dell'occasione per festeggiare anche il compleanno di Thomas Muller, ha battezzato brindando l'inizio della nuova stagione ma, soprattutto, l'imminente inizio dell'Oktoberfest, al via ufficialmente il prossimo 16 settembre. Com'è ovvio, tra i presenti, spiccava la figura dell'ex allenatore di Milan, Real Madrid, Chelsea e PSG, apparso decisamente molto preso dai festeggiamenti. La sua situazione in Baviera è drasticamente peggiorata in questo avvio di stagione; il difficile rapporto con Muller, i risultati poco confortanti e le pretese di società e tifosi, stufi di vincere solo in patria, avrebbero infastidito il tecnico di Reggiolo. Le recenti dichiarazioni dell'ex difensore bavarese Mario Basler sul possibile addio di Ancelotti già a gennaio, direzione Cina, sono state smentite con decisione nella conferenza stampa pre-partita contro l'Anderlecht: «Preferisco parlare di cose serie, questo è uno scherzo. Il problema è che in tanti l'hanno preso sul serio...». Niente Cina, dunque, e niente Nazionale italiana che è il suo pallino da sempre. Ora però la testa è solo ed esclusivamente Bayern Monaco; questo, all'incirca, il succo del discorso. Dov'è passato il Carletto nazionale ha sempre lasciato il suo segno; e, nonostante la Bundesliga e la Supercoppa vinte in Germania, Ancelotti vuole risollevare l'animo dei suoi tifosi. Le parole pronunciate in conferenza e l'allegria dimostrata in quest'occasione sembrano orientate a confermare la sua permanenza in Baviera. https://twitter.com/FCBayern/status/907939740246315009 https://twitter.com/FCBayern/status/907966402262335491
Leggi su Calcionews24.com