Con ancora la zika nel cuore e l'aviaria nella testa, come ogni olimpiade anche questa ha il suo virus: questa di PyeongChang si chiama, come sappiamo, Norovirus, un nemico gastrointestinale capace di metterti ko come se fosse un cazzotto in pancia. Preso atto che non si tratta di uno scherzo per pochi, il comitato olimpico coreano aggiorna sugli s...