André Silva ha deluso in questa stagione con la maglia rossonera. Pagato 38 milioni l’estate scorsa sembrava potesse essere la ciliegina sulla torta del mercato del Milan, così non è stato. Il campionato italiano è (forse) il più complesso d’Europa, ma era lecito aspettarsi di più. Ora è tempo di Mondiali, una vetrina importante per Silva che potrà riacattare se stesso con il Portogallo. Il Milan, come riportato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, sembra aver deciso di non puntare sul giovane talmente portoghese. Due le possibile strade: cessione ad un prezzo che permetta di rientrare nella spesa sostenuta l’anno scorso, prestito con eventuale scambio di altri giocatori (Falcao con il Monaco).

Diverse le scuole di pensiero nel panorama calcistico. Nessuno mette in dubbio le qualità tecniche di André Silva, ma c’è chi ritiene che in questo momento il Milan avrebbe bisogno di altro. Tra questi Maurizio Ganz, che ha dichiarato come l’operazione Falcao-Silva sarebbe perfetta per il club rossonero. Non dello stesso pensiero l’ex bandiera portoghese Nino Gómez, il quale è fortemente convinto che il Milan si pentirà di una sua futura (eventuale) cessione.