Silvio_Berlusconi_Han_Li

[fncvideo id=90867 autoplay=true] MILANO - Silvio Berlusconi, ex proprietario del Milan, è in piena campagna elettorale e, come spesso ha fatto, è tornato a parlare di Milan. Questa volta non ha risparmiato una stoccata all'attuale proprietà rossonera salvo poi correggere il tiro parlando della campagna acquisti. Ecco le sue parole ai microfoni di Telelombardia: " Dovrebbe avere un sostituto in Italia. Io facevo il presidente in modo diverso. A Pallotta raccontavo come facevo io il presidente. Ero vicino alla squadra e ai giocatori. Li chiamavo durante la settimana, quando uno si faceva male mi sentiva presente. Il sabato ero in mezzo ai giocatori e si parlava della squadra avversaria. Difficile trovare un sostituto. E' difficile, io ho sempre parlato in piedi e non in poltrona". "Ritorno al Milan? Purtroppo non c’è nessuna speranza per i miei figli, per i tifosi, per i miei amici, Confalonieri in primis, che io possa tornare ad interessarmi del Milan. La mia decisione sofferta è definitiva, perché ho ritenuto e ritengo che per dare al Milan il livello a cui il Milan ha diritto non bastano più i capitali di una sola famiglia. Questo socio cinese, questo signore con noi ha sempre mantenuto la parola, è sempre stato puntuale con i pagamenti ed è stato anche puntuale nel mettere in atto una campagna che era stata annunciata da 250 milioni di euro in acquisti. La campagna acquisti l'ha fatta, altro è discutere sui risultati concreti di questa campagna". TI POSSONO INTERESSARE ANCHE: Gattuso – “L’esperienza non si compra sul mercato, ma prendendo legnate sui denti” ESCLUSIVA – Taibi: “Donnarumma è stato bravo a non farsi distrarre dalle critiche. In futuro lo vedo all’estero”. Dall’Inghilterra – Al Liverpool viene consigliato Donnarumma Donnarumma premiato per le 100 presenze con il Milan Gazzetta – Gattuso-Oddo prima sfida tra due tecnici campioni del Mondo 2006 SEGUICI SU  Facebook/Instagram/Twitter

The post Berlusconi: “Li? Serve un presidente in Italia, ma ha mantenuto le promesse” appeared first on Il Milanista.