Berlusconi Yonghong

Queste le dichiarazioni rilasciate, ai microfoni di Telelombardia, da Silvio Berlusconi: “Yonghong Li dovrebbe avere un sostituto qua in Italia, certamente. Io interpretavo il ruolo di presidente in modo completamente diverso, stando sempre vicino alla squadra e ai singoli giocatori. Telefonavo durante la settimana ai giocatori, quando qualcuno si faceva male mi sentiva presente, e il sabato ero sempre in mezzo ai giocatori, si parlava concretamente della squadra avversaria. Un mio possibile ritorno? Purtroppo, non c’è nessuna speranza, nemmeno per i miei figli, per i tifosi, per i miei amici, Confalonieri in testa, che io possa tornare a interessarmi del Milan. La mia decisione sofferta, molto sofferta, è definitiva”.