Biglia 4x4

[fncvideo id=172041 autoplay=true] Valeri Bojinov ha parlato alla Gazzetta dello Sport: “Premessa. Il Milan come tutta la Serie A non rappresenta più la grandezza che ho conosciuto io. Alla Juve ero in camera con Nedved e il suo Pallone d’Oro. Ho segnato il primo gol a San Siro il 6 gennaio 2005 quando Sheva sollevava il suo di Pallone d’Oro. Segnai a una squadra che aveva Dida, Cafu, Nesta, Maldini, Pirlo, Kakà. Andavi lì e pensavi: se tutto va bene gli lascio tre punti. In mezzo giocava Gattuso: Rino è una leggenda, con il tempo diventerà un nuovo Mourinho. In questo Milan giocherei senza problemi e non perché Kalinic e Silva faticano. Giocherei perché sono al loro livello. Cutrone mi piace ma non è un campione: ‘il ragazzo’ mi piace perché sa darsi da fare”. Ti possono interessare anche: Cutrone come Bierhoff e più di Van Basten e Inzaghi Puma-Milan: accordo intorno ai 15 milioni all’anno per 5 stagioni Tuttosport – Sfuma Max Meyer Corriere dello Sport – Il doppio Milan di Gattuso Seguici anche su: Facebook / Instagram Twitter

The post Bojinov: “Il Milan non rappresenta più la grandezza che ho conosciuto io” appeared first on Il Milanista.