Bologna-Milan: Bonaventura ispirato

[fncvideo id=190215 autoplay=true] MILANO - Sono trentadue anni che il Milan chiude il campionato senza neppure un giocatore in doppia cifra. L'unico elemento della rosa che può evitare di ripetere questo record negativo è Bonaventura, che non è proprio un bomber, ma in questa stagione è il capocannoniere rossonero. Contro il Bologna il centrocampista non solo ha raggiunto Cutrone sulla vetta del podio ma ha anche eguagliato il suo record di gol stagionali in Serie A: 7 reti che aveva stabilito nel suo primo anno a Milanello. Il cambio passo Jack lo ha avuto con il cambio da Montella a Gattuso: con il tecnico ex Siviglia Bonaventura non aveva mai segnato, poi con la partita di Benevento e il ruolo di vicecapitano, la stagione del tuttocampista è cambiata. Gol, tiri nello specchio passati da 0,5 a 1,1 le occasioni create da 1 a 1,6, le verticalizzazioni tanto amate da Gattuso da 4,9 a 11. Molto meglio anche in fase difensiva: 6 palloni recuperati rispetto a 3,5. Bonaventura però la prossima stagione potrebbe non essere lontano da Milanello, nonostante abbia un contratto fino al 2020 e la fiducia del club e la volontà di trattenerlo. Il punto è l'agente dell'ex Atalanta: Raiola, che a marzo ha parlato di "richieste importanti". La risposta di Gattuso arrivò in  una conferenza stampa europea con il giocatore vicino a lui: "Lasciatelo stare, sta bene da noi, fa gol, perché deve andare in Premier League a prendere le mazzate... Non createmi problemi, che poi Raiola simette in moto". Quel che è certo è che dopo Doha, ora Bonaventura proverà un altro sgarbo alla Juve "Non è un caso che sia il nostro capocannoniere" per usare una frase del suo allenatore (La Gazzetta dello Sport)   Milan, ecco le cessioni ruolo per ruolo: CLICCA QUI  Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

The post Bonaventura: l’uomo in più del Milan appeared first on IlMilanista.it - News su Ac Milan e calciomercato in tempo reale.