Juventus-Milan è anche una gara ricca di simpatici retroscena tra Buffon e Bonucci, un tempo compagni e ora avversari

Si troveranno di fronte in campo uno contro l’altro, e in questa stagione è già successo due volte, ma non ci potrà mai essere inimicizia. Leonardo Bonucci e Gianluigi Buffon sono due rivali solo sportivamente parlando: assieme hanno condiviso anni importanti tra club e Nazionale e ora si ritrovano da capitani contro in Juventus-Milan, finale di Coppa Italia. L’ultimo confronto è finito in favore di Buffon, ma con Bonucci che gli ha giocato un bello scherzetto segnando di testa all’Allianz Stadium. La Gazzetta dello Sport racconta oggi alcuni retroscena simpatici del rapporto tra Bonucci e Buffon, che ai tempi della Juventus hanno legato in campo e fuori. Una delle passioni congiunte è quella per il vino, entrambi sono appassionati e pare che si siano più volte scambiati consigli.

Bonucci e Buffon, rivali solo in campo

Per Bonucci Buffon è stata una sorta di guida spirituale i primi anni alla Juventus. Arrivò 23enne dal Bari e il portiere fu decisivo nella sua crescita. Poi è arrivata anche la sinergia con Barzagli e con Chiellini e il resto è storia recente. Uno dei retroscena che li vede protagonisti risale alla finale di Champions League a Berlino, con la Juventus che si gioca il trofeo con il Barcellona. Alla fine i bianconeri perderanno, ma prima della finale la tensione e l’ansia erano così alte che Buffon e Bonucci si ritrovarono di notte a passeggiare nei dintorni del ritiro, dato che non riuscivano a chiudere occhio. I due hanno anche condiviso altre passeggiate, quelle con Barzagli e Chiellini in Nazionale, così come i viaggi da Vinovo a Coverciano quando era tempo di chiamate in azzurro. Adesso si giocano un trofeo, che potrebbe essere il primo stagionale per entrambi: rivali sì, ma solo sul campo.


Leggi su Calcionews24.com