Alla vigilia della finale di Coppa Italia Juventus-Milan di Roma ha parlato in conferenza stampa il capitano rossonero Leonardo Bonucci

La finale di Coppa Italia non è una gara come un’altra, soprattutto per chi è un ex. Il riferimento è a Leonardo Bonucci, difensore del Milan con un passato recente e glorioso alla Juventus. I bianconeri vanno a caccia della quarta Coppa Italia di fila, ma anche il capitano del Milan fa altrettanto, avendo vinto le ultime tre con la Vecchia Signora. «Il Milan può vincere se riuscirà a sfruttare le occasioni a disposizione. Domani servirà essere squadra perché la Juventus ha fatto la differenza in questa stagione con i singoli, anche se in alcune circostanze può non aver impressionato». Una vittoria arricchirebbe la bacheca di Bonucci, che in questa stagione è partito condizionato dalle molte critiche per il suo rendimento. Dall’arrivo di Gennaro Gattuso, poi, le cose sono cambiate in meglio.

Juventus-Milan, l’ex di turno Leonardo Bonucci

«Domani possiamo giocare una grande gara, ho fiducia. Alzare la coppa domani sera, dopo tutte le difficoltà incontrate durante l’anno, sarebbe un qualcosa di straordinario. Venderemo cara la pelle di fronte a una grande squadra. I cicli iniziano sempre con una vittoria e speriamo che il nostro ciclo inizi domani sera» ha continuato Bonucci. Il difensore viterbese è un ex, ma non ha sentito troppe emozioni all’Allianz Stadium. Nell’ultimo confronto in Serie A si è preso la sua personale rivincita saltando in mezzo a Barzagli e Buffon e segnando il gol del momentaneo pareggio (la gara poi è stata vinta dai bianconeri). Di sicuro vuole iniziare a segnare di più: «Voglio far gol, nelle passate stagioni ho realizzato più reti. Però la cosa più importante è vincere. Domani abbraccerò Buffon come tutti gli altri ex compagni, siamo avversari sul campo, ma fuori rimaniamo sodali».


Leggi su Calcionews24.com