Quando è stato acquistato in estate, in molti, addetti ai lavori e tifosi, hanno storto il naso: il nome di Fabio Borini non era considerato in linea con la ricostruzione che avrebbe dovuto riportare il Milan in alto in Italia ed in Europa.