Al termine della riunione in Lega, Urbano Cairo ha fatto il punto in casa Torino: ecco il video – 7 maggio, ore 14.00

Nuove dichiarazioni del patron granata Urbano Cairo: al termine della riunione in Lega, il presidente del Torino ha parlato del contributo di Walter Mazzarri ma non solo. Ecco le sue parole: «Mazzarri sta facendo un buonissimo lavoro: chiaramente, entrare in corsa è sempre una cosa difficile perché non hai fatto magari tu la squadra pur avendo ottimi calciatori. Sicuramente ha avuto bisogno di qualche tempo per fare sì che le cose funzionassero meglio. Anche ieri, contro il Napoli, abbiamo giocato bene e tenuto così bene il campo, prova che lavoro fatto sta pagando». Infine una battuta sul futuro di Andrea Belotti: «A Napoli le prove del dopo-Gallo? No, Mazzarri evidentemente vuole fare una serie di prove per vedere come può utilizzare i vari giocatori: abbiamo detto che nel finale di stagione è giusto che ci siano delle prove per vedere cosa fare il prossimo anno».

Intervento del presidente del Torino, Urbano Cairo, a Radio Anch’io Sport. Ecco le parole del numero uno granata tra presente e futuro

Il Torino ripartirà dal Gallo Belotti! E’ questo l’annuncio del presidente Urbano Cairo a Radio Anch’io Sport su Radio Rai Uno. Il numero uno ha parlato del futuro granata e ha blindato il suo centravanti: «Ripartiremo da Belotti e da Mazzarri ma non solo da loro. Abbiamo tanti altri bravi calciatori e vogliamo trattenere i migliori e chi ha voglia di rimanere. Belotti ha avuto un campionato in cui ha perso 3 mesi e mezzo per infortunio, siamo stati sfortunati. Ora dobbiamo pensare a organizzare il futuro con Mazzarri: dovremo costruire una rosa all’altezza delle richieste del mister che ha dimostrato di saper mettere bene in campo la squadra, seguiremo le sue richieste».

Il presidente ha poi parlato del 2-2 contro il Napoli: «Spintarella alla Juventus? Ieri era un epilogo già scontato. Il Napoli non avrebbe avuto grandi chance neanche battendo il Toro, aveva già perso lo Scudetto. Ieri ho visto un buon Toro, la squadra ha giocato bene. Strapotere della Juventus? Non credo. In questo campionato si è visto tanto equilibrio. E’ stato un campionato bello, avvincente, competitivo e combattuto fino alla fine. E’ ancora tutto aperto per tanti motivi, l’unico in tutta Europa e andrebbe valorizzato di più. Abbiamo fatto tanti passi indietro negli ultimi 8 anni. Sono tre mesi che ci sono i commissari in Lega e FIGC ma non ho visto passi avanti. Probabilmente se avessimo fatto le scelte giuste al momento giusto, magari le cose sarebbero cambiate».


Leggi su Calcionews24.com