Dopo quella di Gigio Donnarumma in casa Milan potrebbe esser nata un’altra stella, ovvero quella di Patrick Cutrone che grazie alla sua grinta e alla sua fame di gol (in questo ricorda Pippo Inzaghi) si è conquistato il Milan e il calore dei tifosi.

Patrick Cutrone (20 anni) fu acquistato dal Milan all’età di 9 anni dalla Parediense di Parè, un paesino a 10 chilometri da Como, per 1 . 500 euro. “Cutro”, così battezzato nei cori della Curva Sud, sta già viaggiando con il passo dei grandi attaccanti del Milan. Dall’inizio della stagione ad oggi, ha segnato 12 gol (5 in campionato, altrettanti in Europa League e 2 in Coppa Italia), e nel conteggio degli ultimi 34 anni di Milan (da Virdis in poi) condivide il quinto posto assoluto della classifica dei bomber milanisti a pari merito con Bierhoff, preceduto solo da Shevchenko, Ibrahimovic, Gilardino e Bacca.

Sempre per quanto riguarda il battesimo nel super Milan berlusconiano, alle spalle di Cutrone troviamo Gullit, Van Basten, Inzaghi, Pato, Ronaldinho… Attardati, come è successo nel caso di van Basten, anche da problemi fisici molti dei super-eroi rossoneri hanno incontrato decisamente molte difficoltà al loro esordio milanista nonostante fossero campioni referenziatissimi – il Pallone d’Oro Ronaldinho e scommesse strapagate, come Pato, 22 milioni di euro, e il baby brasiliano, fra l’altro, potè sfruttare il robusto rodaggio da gennaio a giugno 2008 che gli servì per prendere le misure alla complicata Serie A, cosa che sta penalizzando oltre ogni previsione per esempio André Silva che non ha segnato ancora una sola rete nel nostro campionato.

Patrick è riuscito a spalmare il suo bottino di gol in tutte le competizioni,  una peculiarità che appartiene solo ai Palloni d’Oro Shevchenko e Weah e agli infallibili cecchini Ibrahimovic e Inzaghi. Cutrone sembra destinato a bruciare le tappe in una stagione decisamente complicata, la prima completamente “made in Cina”, e con un Milan che ha dovuto affrontare innumerevoli
problemi. Il bomber ha superato con successo l’ambientamento nel calcio dei grandi dopo la fiducia concessagli da Montella nel finale del precedente campionato. Poi, il cambio di allenatore in corsa e quindi il nuovo modulo, la doppia concorrenza di Kalinic e Andrè Silva strapagati in estate e ancora da valorizzare.

Tra l’altro in estate Patrick è stato molto vicino al trasferimento al Crotone, che avrebbe fatto carte false per portare il numero “63” in Calabria.