Queste le dichiarazioni rilasciate da Vincenzo Montella durante la conferenza stampa successiva alla gara vinta contro l’Austria Vienna: “Sono molto contento, cambiare formazione era inevitabile. A prescindere dal modulo, era un buon test. La squadra ha risposto, ha fatto un inizio autoritario, dove è stata anche cinica. E’ stata questa la differenza con altri inizi di gara. C’è qualcosa da migliorare, ci lavoreremo, ma sono molto soddisfatto. Calhanoglu? Ha le caratteristiche giuste per fare tutti i ruoli, ha fatto anche l’esterno destro nel 4-4-2, è un giocatore di talento ed è molto bravo ad andare in verticale. Col Cagliari non aveva espresso le sue qualità, non può cambiare certo il talento, giocando dieci metri più avanti. André Silva e Kalinic? Hanno fatto un’ottima partita entrambi, sono giocatori che si sacrificano molto, sono adatti l’uno per l’altro. André Silva ha fatto un grosso passo in avanti, lavora con la squadra e tiene palla. Con questa continuità, non l’avevamo ancora visto. Il cambio di modulo? Dobbiamo trovare un assetto base, con le varianti, questa è una squadra che sa cambiare pelle anche in corsa. L’Udinese? Abbiamo solo 48 ore di tempo per prepararla, se non dovessimo giocare con il 3-5-2, potremmo provare un modulo simile”.