Andrea Conti merita un grandissimo incoraggiamento: ragazzo positivo, professionista esemplare, il crociato che si rompe non è una passeggiata di salute per chiunque. Per il Milan è una brutta botta, con tutto il rispetto che dobbiamo ad Abate e Calabria, non sarà la stessa cosa. Conti era uno degli snodi cruciali del 3-5-2, lui a destra come Rodriguez a sinistra. Proprio per le loro spiccate e indiscusse qualità di agire partendo da centrocampo, il passaggio alla difesa a tre era sembrata una necessità, Montella ha aspettato un po' troppo, ma poi si è esibito in tal senso. Perdere Conti a metà settembre non significherà snaturare certe idee, ma i sostituti hanno altre caratteristiche. E per il Milan si tratta di una bastonata tra i denti difficile da digerire.   Foto: sito ufficiale Milan

L'articolo Conti ko brutta botta: era uno degli snodi cruciali del 3-5-2 Milan sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.