Coppa Italia Primavera, è la notte magica del Filadelfia: alle 20.30 c’è Toro-Milan, finale d’andata

La prima squadra non scalda i cuori. Ma i tifosi del Toro possono stare sereni e tranquilli: ci pensano i giovani ad accendere l’entusiasmo. La Primavera stasera (alle 20.30 su Sportitalia) affronterà la finale d’andata di Coppa Italia contro il Milan. Una notte magica, in una cornice suggestiva come quella del Filadelfia. Un luogo che trasuda storia, passione e amore per la maglia granata. Un Filadelfia che però, nel suo primo anno di attività, non ha certamente portato fortuna al Toro. In particolare c’è un ricordo che brucia ancora: la sconfitta nel derby contro la Juve. Quel gol di Jakupovic ha ammutolito il popolo granata, che aveva alzato la temperatura sostenendo la squadra di Federico Coppitelli dal primo all’ultimo minuto. Ma stasera, contro il Milan, sarà tutta un’altra storia.

Il Filadelfia sarà nuovamente gremito in ogni ordine di posto. Nonostante si tratti di una finale di Coppa Italia Primavera. Il Toro dei giovani muove il popolo, scalda l’ambiente e fa godere. Di fronte ai granata si presenta il Milan di Alessandro Lupi, rinforzato dal redivivo Mastour e pronto a mettere in vetrina i gioielli Dias e Bellanova, già in odore di prima squadra (Gattuso li conosce e potrebbe concedergli una chance). I padroni di casa non hanno particolari dubbi di formazione. In questo senso pesano le assenze: non ci sarà Buongiorno, che all’esordio in Serie A è andato subito ko per una botta al gomito sinistro, ma nemmeno Millico e Kone, pedine fondamentali per un Toro che della loro presenza difficilmente può fare a meno. Sarà l’occasione per vedere Edoardo Bianchi in difesa, il gioiellino Adopo in mezzo al campo e il pimpante Borello nelle vesti di ala sinistra.

TORINO-MILAN (ore 20.30, Stadio Filadelfia, Torino)
TORINO (4-3-3): Coppola; Gilli, Ferigra, E. Bianchi, Fiordaliso; Oukhadda, D’Alena, Adopo; Rauti, Butic, Borello. All. Coppitelli.
MILAN (4-3-3): Guarnone; Bellanova, Bellodi, Gabbia, Campeol; Brescianini, El Hilali, Pobega; Dias, Tsadjout, Mastour. All. Lupi.
ARBITRO: Massimi di Teramo.


Leggi su Calcionews24.com