Il Milan non stecca la gara casalinga contro la Spal: quarta vittoria in cinque partite e quarto posto solitario in classifica, come da obiettivo. Da molto tempo non si notava una partenza così in campionato, con gli uomini di Montella bravi a sfruttare un calendario sicuramente agevole, che non sempre però si tramuta in “filotto” di vittorie, come gli stessi rossoneri hanno dimostrato nelle passate stagioni.

Il tecnico campano può quindi uscire da San Siro con molti spunti positivi in mano, uno di questi è sicuramente il 3-5-2, con Kessié Biglia dominanti nel mezzo, Rodriguez inarrestabile sulla fascia, ma soprattutto da registrare una difesa che, seppur contro un avversario non irresistibile, non è mai apparsa così solida e compatta.

Non mancano però le note negative, il tanto acclamato André Silva non è infatti riuscito a ripetere l’ottima prestazione messa in campo contro l’Austria Vienna, l’attaccante portoghese è apparso ancora troppo “tenero” per questa Serie A, la qualità sicuramente non manca ed i colpi del campione si notano, ma per riuscire ad essere incisivo anche in campionato, il classe ’95 dovrà necessariamente completare quel processo di “inzaghizzazione” richiesto da Montella.