Nonostante siamo immersi nel calciomercato invernale, le pagine odierne de ‘Il Corriere dello Sport’ riportano che il primo obiettivo estivo del Milan sarà Belotti. I rossoneri stanno risentendo l’assenza di un bomber che possa assicurare i 15-20 stagionali e quindi l’attaccante del Torino resta sempre nel mirino. Però il giocatore granata ha una clausola rescissoria, valida per l’estero, di 100 milioni di euro, prezzo che fino in estate valeva anche per le italiane. Per i rossoneri arrivare all’ex Palermo non sarà facile, anche perchè tra pochi mesi gli verranno imposti dei limiti dalla Uefa per il Settlement Agreement.

SPENTO E INFORTUNATO – In questa stagione però ‘Il Gallo’ sembra sfortunato. I due infortuni l’hanno bloccato a 4 gol stagionali, che potrebbero pesare sulla sua valutazione. Infatti nello scorso campionato Belotti realizzò 26 reti, più del doppio rispetto al 2016-17 (12 gol). Però bisogna tener conto che prima dei guai fisici l’attaccante granata sembrava aver abbassato la cresta, tanto che giravano delle voci secondo cui sarebbe rimasto a Torino molto scontento.

SCONTI E INCASTRI – Vista l’attuale stagione del ‘Gallo’ il Milan è convinto di ottenere uno sconto di circa 20-25 milioni di euro. Inoltre i rossoneri potrebbero rinunciare al riscatto di Niang (circa 15 milioni più bonus) che potrebbero abbassare il prezzo a 60 milioni di euro. Tuttavia non è da escludere l’inserimento di un’altra contropartita che possa ulteriormente far calare la valutazione del giocatore.

BOMBER IN VENDITA – Però il club di via Aldo Rossi deve monetizzare molto per arrivare a Belotti. Eventualmente il candidato numero uno, per essere ceduto in attacco, sarebbe Andrè Silva, costato 40 milioni di euro e che non ha avuto tante occasioni per mostrare il suo valore. Nelle scorse ore Jorge Mendes ha ricevuto un’offerta vicino ai 38 milioni di euro dal Wolverhampton e una di 35 milioni di euro dalla Cina, rifiutate però da Fassone e Mirabelli. Se il periodo negativo del portoghese dovesse continuare una sua cessione sarebbe inevitabile. Occhio anche a Kalinic, che continua a ricevere offerte asiatiche. Qualora comunque i rossoneri incassassero 20-30 milioni di euro Belotti potrebbe essere vicino.