L’edizione odierna del Corriere dello Sport centra il punto focale della sconfitta del Milan contro la Sampdoria. I rossoneri sono stati incapaci di impensierire il portiere doriano Puggioni almeno una volta. Era dall’agosto 2015 che non accadeva una sterilità simile. Oltre alle statistiche c’è una grande disorganizzazione in tutti i reparti, con la squadra di Giampaolo che è stata superiore in tutti i reparti, soprattutto sulla mediana, con Biglia annichilito dal pressing di Ramirez e soci.

C’è da risolvere l’equivoco legato alla posizione in campo di Suso. Lo spagnolo appare irriconoscibile nel ruolo di seconda punta dietro Kalinic, nel 3-5-1-1 orchestrato da Montella. Così come un altro giocatore è apparso Kessié, rispetto alla prestazione di mercoledì. Il resto l’hanno fatto gli errori individuali di Zapata e Bonucci.