L’argomento non è all’ordine del giorno in via Aldo Rossi. Ma in tanti pensano che con questi risultati Rino Gattuso si stia guadagnando il rinnovo del contratto fino al 2020. La sensazione, ad ogni modo, è che le quotazioni del tecnico rossonero stia salendo. Come ricorda il Corriere dello Sport, il suo accordo con il club è ancora quello siglato lo scorso maggio, quando Ringhio accetto un biennale da 120.000 euro a stagione per guidare la Primavera.

I risultati parlano chiaro: nelle ultime otto partite (Coppa Italia compresa), il Milan di Gattuso ha ottenuto cinque vittorie e tre pareggi, subento solo quattro gol. Si tratta di una metamorfosi rispetto al primo mese quando, dopo le sconfitte contro Verona e Atalanta, si temeva un grande flop.

Ma il merito di Gattuso, che sta facendo riflettere non poco la dirigenza del Milan, va nella capacità di saper raccogliere il meglio dal gruppo a disposizione. La formazione ormai titolare ha assunto certezze e alcuni elementi come Calhanoglu, Kessie e Biglia stanno dando segnali importanti di “risveglio”. Febbraio sarà fondamentale per comprendere la tenuta reale di questa struttura. E l’arrivo dei sedicesimi di Europa League, da giovedì, e il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Lazio, a fine mese, saranno due banchi di prova decisivi.