Scocca l’ora di André Silva. Il portoghese oggi a Udine tornerà titolare dal 1′ minuto. Sarà la prima volta con Rino Gattuso in panchina, visto che l’ultimo precedente risale al 26 novembre quando il Milan pareggiò 0-0 in casa contro il Torino, contribuendo all’esonero di Vincenzo Montella il giorno seguente.

Il Corriere dello Sport descrive l’attaccante portoghese come un’enigma per Gattuso che ha sempre avuto, invece, parole al miele per Patrick Cutrone e appare deluso dalle prestazioni di Nikola Kalinic. Finora Andrè Silva ha messo a segno otto gol in dieci partite di Europa League tra preliminari e girone, ma non è mai andato a segno in campionato in tredici presenze complessive.

Non è un mistero che Silva abbia mostrato musi lunghi durante l’ultimo periodo. Aspetto sottolineato, senza entrare nel merito dei singoli, anche da Gattuso durante la conferenza stampa di ieri. Ma è il segnale di un malessere di spogliatoio che l’allenatore rossonero vuole evitare in ogni modo, provando a recuperare un elemento importante sull’onda dei buoni risultati ottenuti con la rivalutazione di Hakan Calhanoglu.