Patrick Cutrone, rivelazione del Milan targato 2017/2018, non sta vivendo un finale di stagione entusiasmante

Ad inizio stagione erano in pochi a pensare che il Milan fosse in procinto di entrare in crisi realizzativa. Gli arrivi, costosi e in pompa magna, di Andrè Silva e Nikola Kalinic facevano pensare ad un continuo ballottaggio tra di loro poi però la scena se l’è presa Cutrone, diventando il bomber principe del Diavolo. Peccato però che l’ultima marcatura risalga al 18 marzo, in Chievo-Milan. In tutto fanno 7 gol in 26 presenze di Serie A.

A riguardo, La Gazzetta dello Sport ha tirato fuori una statistica piuttosto indicativa: da 32 anni il Milan porta almeno un calciatore in doppia cifra. Quindi spetterà ancora una volta al Golden Boy risolvere i problemi del club rossonero, per stessa ammissione di Gennaro Gattuso: «Facciamo le macumbe per far arrivare in doppia cifra Cutrone a fine stagione. Lo so anche io che al Milan manca un bomber da 20 gol. Però Kalinic i gol li ha sempre fatti, Andrè Silva se lo vendiamo in un’ora trova la squadra e Cutrone ha passione e voglia. Non è solo colpa loro, ma anche di chi gli fa arrivare la palla, prepara gli schemi e li fa lavorare».


Leggi su Calcionews24.com