Siamo su un pianeta in cui chi sbaglia un rigore ai Mondiali viene minacciato di morte, quindi non mi sorprende la severità di giudizio della gente comune su fatti apparentemente secondari rispetto alla nostra vita di tutti i giorni.