Al di là del valore dell'avversario, che il Milan di Vienna fosse un'altra cosa rispetto a quello pallido e moscio di Roma si è visto subito dall'atteggiamento differente.