Da quando l’Uefa ha reso note le sue “incertezze”, è come se tutti, avversari, analisti, osservatori, addetti ai lavori, avessero fra i denti le carni sanguinolente del Milan. Non suoni troppo enfatico allora il titolo.