Il tanto criticato Milan di Vincenzo Montella spicca per un dato: con il gol di Musacchio al Rijeka, infatti, sono ben 12 gli uomini andati a segno La sconfitta contro la Samp, senza mettere mai paura a Puggioni, ha lasciato più di un interrogativo: Montella è riuscito a sviluppare tutto il potenziale del suo Milan? Il gioco espresso non rispecchia a pieno i 200 milioni di euro spesi sul mercato? Domande a cui il continuo della stagione darà risposta, ma, per il momento, i tabellini dei marcatori ne danno un'altra, e neppure niente male: il Milan ha mandato in rete ben 12 calciatori diversi, solo il Chelsea di Antonio Conte, con 13, è riuscito a fare di meglio tra campionato e coppe europee. Contro il Rijeka, Acosty stava per rovinare la notte europea del Diavolo, poi, però, ci ha pensato Patrick Cutrone a regalare i 3 punti al Milan. Quello del giovane cresciuto nel settore giovanile rossonero è stato decisivo sul campo, il gol del 2-0 di Mateo Musacchio per i "big data". Ricardo Rodriguez, Luca Antonelli, Giacomo Bonaventura, Hakan Calhanoglu, Franck Kessiè, Riccardo Montolivo, Andrè Silva, Nikola Kalinic, Suso, Fabio Borini e Patrick Cutrone, prima dell'ex Villarreal. D'altronde non poteva essere altrimenti per una squadra allenata da un vecchio bomber come l'Aeroplanino.
Leggi su Calcionews24.com