Tutto facile per il Milan, che espugna il Prater (oggi denominato Ernst Happel Stadion) con un roboante 5-1: nulla da fare dunque per l’Austria Vienna nella prima giornata della fase a gironi di Europa League. I rossoneri impiegano 20 minuti per portarsi sul triplo vantaggio: Calhanoglu prima si mette in proprio, sbloccando il risultato con una bordata sotto la traversa, poi serve due assist al bacio ad André Silva, bravo in entrambe le occasioni a freddare il portiere avversario Hadzikic. L’attaccante portoghese si conferma bomber di coppa all’11’ della ripresa, quando realizza la personale sfruttando il suggerimento di Kessie: implacabile l’ex Porto negli ultimi 16 metri. Pochi minuti prima i padroni di casa avevano siglato il gol della bandiera con il subentrato Borkovic, di testa sugli sviluppi di una palla inattiva. La manita per il Milan la apre Suso che, dopo un paio di minuti scarsi dal suo ingresso in campo al posto di Kalinic, calcia da fuori e trova la deviazione di Mohammed Kadiri che mette fuori casa Hadzikic. Buona la prima con il 3-5-2 per Montella, l’avversario non era certo irresistibile ma i rossoneri hanno archiviato nel migliore dei modi il tonfo dell’Olimpico contro la Lazio.   AUSTRIA VIENNA-MILAN 1-5 AUSTRIA VIENNA: Hadzikic; Klein, Mohammed, Westermann (42’ Borkovic, 87’ Gluhakovic), Martschinko; Prokop, Serbest, Holzhauser; Jinhyun Lee (74’ De Paula), Monschein, Pires. All.: Fink   MILAN: Donnarumma; Zapata, Bonucci, Romagnoli (75’ Musacchio); Abate, Kessie (63’ Bonaventura), Biglia, Çalhanoglu, Antonelli; Silva, Kalinic (62’ Suso). All.: Montella Arbitro: Gozubuyuk Marcatori: 7’ Calhanoglu (M), 10’, 20’ e 56’ André Silva (M), 48' Borkovic (AV) 63’ Suso (M) Ammoniti: Mohammed (AV); Kessie (M)   Foto: Twitter Milan

L'articolo Europa League: il Milan apre la manita a Vienna, 5-1 all’Austria. Tripletta di André Silva sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.