L’Europa League inizia la fase a eliminazione diretta dai sedicesimi di finale: la seconda competizione europea ha infatti un turno in più rispetto alla Champions League. Ed è proprio da qui che il Milan riparte: l’ultima volta che i rossoneri hanno giocato un ottavo di finale, fu nel 2014 contro l’Atletico Madrid.

Il Milan superò il girone con Ajax, Barcellona e Celtic, trovando poi gli spagnoli nel turno a eliminazione diretta. A San Siro un gol di Diego Costa decise la partita di andata, mentre al ritorno i rossoneri, che erano riusciti a pareggiare con Kakà il momentaneo vantaggio dei “Colchoneros”, cedettero di schianto perdendo 4-1.

Quella sera in Spagna, con l’Atletico che poi proseguì la sua marcia fino alla finalissima di Lisbona, è come se fosse finito un certo tipo di Milan. Quella di Madrid resta l’ultima partita disputata in Champions League dai rossoneri, il profumo dell’Europa primaria resta lontano e pare compromessa anche la partecipazione alla stagione ventura. Ora Europa League, però: l’obbiettivo sono gli ottavi di finale, perché per tornare nella massima competizione continentale si può e si deve passare anche dalla porta secondaria.