Yonghong Li ha versato i soldi per l’aumento di capitale, lo ha detto l’ad del Milan Marco Fassone, che ha risposto pure alle news sull’esclusione dall’Europa League

Yonghong Li ha versato la tranche da dieci milioni di euro per l’aumento di capitale del Milan. Lo ha detto Marco Fassone, anche se ancora non c’è la nota ufficiale. «I soldi di Yonghong Li stanno arrivano. L’articolo sull’eventuale esclusione dalle coppe fa parte della stessa roba che ormai leggiamo da tempo» è quanto ha dichiarato l’amministratore delegato dei rossoneri, stando a quanto si legge sul sito de La Gazzetta dello Sport. In giornata, infatti, il New York Times ha parlato dell’esclusione dalla prossima Europa League da parte del Milan. Alcuni investigatori dell’UEFA avrebbero consigliato al massimo organismo calcistico europeo di escludere il Diavolo dalla coppa 2018-19.

Il prossimo 7 giugno il Milan si presenterà davanti alla camera giudicante dell’UEFA: la tesi del club è quella di chiedere di occuparsi solamente dei conti della società, visto che per adesso sono stati presi in considerazione quelli della proprietà. Da giorni si sta facendo strada l’ipotesi che l’esclusione sia di natura “politica” e il Milan paghi colpe che a livello societario non sussistono. Nelle ultime ore, inoltre, ha peggiorato la situazione la vicenda inerente l’aumento di capitale. Il mancato arrivo dei soldi ha spaventato molti, ma la tranche andava versata entro il 4 giugno e c’era tempo. Come detto da Fassone i soldi sono in arrivo e Yonghong Li ha versato i dieci milioni di euro richiesti. Ora per il Milan non rimane altro che lavorare per arrivare nella maniera più convincente all’incontro con l’UEFA.


Leggi su Calcionews24.com