Nessuna sindrome da persecuzione perché è ridicola già per definizione. Certamente l’anno rossonero è iniziato sotto assedio per vari motivi, da gestire mediaticamente e concretamente.