Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport, ecco le sue dichiarazioni: “La sconfitta contro la Lazio? Non me lo sono ancora spiegato. Credo che le spiegazioni giuste se le daranno Mirabelli e Montella. Devo dire che, tutti noi sapevamo che prima poi questa marcia si sarebbe potuta interrompere. Siamo consapevoli che la squadra è in costruzione. Ci ha sorpreso la proporzione e la dimensione con cui è maturata questa sconfitta. Obiettivi? Quelli non cambiano. Quest’anno, noi riteniamo di avere le carte in regola per potercela giocare e per competere per uno dei primi quattro posti, che danno accesso alla Champions League. È un obiettivo manifesto, dichiarato. Bonucci? Mi è un po’ spiaciuto quando ho visto che le critiche si sono concentrate più su di lui che su altri. C’è stata una prestazione negativa della squadra in generale. Bonucci è il capitano, il leader. Non è solo un acquisto fortemente voluto, ma è il giocatore che ha deciso di metterci la faccia e di parlare alle tv nel post partita. Ha tutto il nostro apprezzamento". Foto: Twitter ufficiale Milan

L'articolo Fassone: “Sorpreso dalla sconfitta con la Lazio, ma gli obiettivi non cambiano. Su Bonucci…” sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.