L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport riporta nuovamente il pensiero dell’ex patron del Milan Silvio Berlusconi, che fino a poche settimane fa aveva dichiarato come il gioco della sua ex squadra non gli piacesse, tanto da procurargli un mal di stomaco tale da non riuscire più a vederlo. Lo sciopero del Cavaliere è durato molto poco, dato che proprio ieri è tornato a parlare del suo amato Diavolo, in relazione alla semifinale di andata di Coppa Italia disputata contro la Lazio.

Berlusconi – contrariamente a quanto detto in precedenza – ha apprezzato la crescita del Milan con l’arrivo di Gattuso, tornando però sul tema del modulo: per l’ex Premier i rossoneri devono giocare con le due punte e il trequartista, sistema tattico con il quale ha vinto decine di trofei. Ma non solo, ha indirettamente “bacchettato” anche il nuovo presidente Yonghong Li, sottolineando l’importanza della presenza del presidente nelle giornate appena precedenti agli incontri e la sua figura paterna – o addirittura fraterna – tenuta con i suoi giocatori nel trentennio di presidenza.