Gattuso

[fncvideo id=47555 autoplay=true] Gennaro Gattuso ha parlato a Premium Sport: "Sofferto per 10-15 minuti, poi abbiamo cominciato a lavorare bene. Siamo contenti del risultato, dobbiamo guardare avanti, pensare partita dopo partita, i nostri problemi non sono finiti. Cutrone può ancora migliorare, lui deve imparare a tenere qualche palla in più,  il veleno negli ultimi metri ce l'ha e ci morirà con questa caratteristica: somiglia a Pippo Inzaghi. Tutti pensano che non abbia qualità invece ha grandissimi margini di miglioramento: per quello mi arrabbio molto con lui. Questi sono giocatori che possono dare molto di piu, bisogna farli capire che il lavoro paga: non solo correre o fare fatica durante gli allenamerti, ma anche nel resto. Bisogna mettersi d'accordo: quando c'era la moda dei giovani allenatori, cominciata con Guardiola, andava tutto bene, mentre  a me dicono che non ho fatto abbastanza gavetta. Io continuo a lavorare come sto facendo, la strada è ancora lunga ma a me piace sto mestiere, non posso ascoltare tutto quello che dice la gente. Come allenatore ho pochissimi meriti: senza i ragazzi che ci credevano non avremmo mai raggiunto questi risultati" Ti possono interessare anche: Gattuso su Biglia: "Cosa deve fare di più?" Spal-Milan, sfida delicata per Semplici Kalinic out, Cutrone in vantaggio su Andrè Silva Pensare partita dopo partita, il nuovo dogma di Gattuso Seguici anche su: Facebook / Instagram Twitter

The post Gattuso a Premium: “Cutrone è nato con il veleno e ci morirà: sembra Inzaghi” appeared first on Il Milanista.