Ha parlato in conferenza stampa Gennaro Gattuso, presentando la sfida al Sassuolo e affermando di continuare a credere alla Champions

Il Milan domani sfiderà il Sassuolo, in un match diventato fondamentale da vincere dopo i due stop contro Juventus e Inter. I rossoneri vogliono continuare ad alimentare le residue speranze di qualificazione in Champions League, ma di fronte troveranno un Sassuolo affamato di punti. Gennaro Gattuso, in conferenza stampa, parla delle insidie derivanti dalla stanchezza accumulate in questi giorni: «Poca roba, poco lavoro abbiamo fatto. Più recupero a livello fisico, sembra che giochiamo solo noi ma lo fanno anche gli altri. Ha giocato anche il Sassuolo contro il Chievo, sono rimasti in 9. C’è stato un passo indietro con l’Inter, abbiamo tanti obiettivi e fino a quando la matematica non ci condanna, dobbiamo credere nella qualificazione alla prossima Champions. Dobbiamo giocare tutte le partite con il coltello tra i denti. Dobbiamo stare attenti, sono una squadra che va sempre in verticale. Ogni volta quando hanno palla non perdono del tempo, hanno giocate codificate. Non dobbiamo dare campo, stare attenti a non dare campo».

Gattuso non si fida del Sassuolo e richiede massima attenzione: «Mi piace parlare della partita di domani, il passato è passato. Loro fanno poche cose ma fatte bene, hanno un allenatore che va al sodo e si fa capire dai suoi giocatori. Bisogna portare rispetto, ci possono mettere in grande difficoltà». Mentre sul rinnovo dice: «Mi sono svegliato ancora più incazzato, con più voglia e pressione di prima. Ho la consapevolezza che dobbiamo migliorare ancora, ci sono molti margini. I ragazzi che ho sono i migliori, poi sarà la società a capire e valutare. Non vi aspettate sulla rivoluzione, c’è una ottima base». Due brevi battute sul Derby: «Penso che a livello tecnico abbiamo sbagliato qualcosina, a livello tattico la squadra si è comportata bene. La parata più importante l’ha fatta Handanovic su Hakan, tanti meriti anche all’Inter».

Infine una breve analisi su Suso e Bonaventura«Suso sta facendo un lavoro incredibile, sempre a legare con i centrocampisti. Tecnicamente potrebbe dare di più ma a livello di equilibrio ci sta dando tantissimo. Due giorni fa ci ho parlato, sta giocando da leader e da giocatore vero, che si mette a disposizione della squadra. Ha grandi doti balistiche, può fare di più. Anche Gigio può fare di più, ha già fatto cose importanti, ci ha abituato tutti bene. Al di là di qualche errore di impostazione, come nel derby e ci sta, da parte nostra c’è grande rispetto per loro»


Leggi su Calcionews24.com