Gennaro Gattuso ha i suoi fedelissimi in rosa e li fa giocare sempre, un tratto in comune tra il mister del Milan e il tecnico del Napoli Maurizio Sarri Uno dei punti di forza - o dei limiti, a seconda dei punti di vista - di Maurizio Sarri è l'abitudine a schierare sempre gli stessi giocatori. Questo tratto del tecnico del Napoli si rivede anche in un altro allenatore, ovverosia Gennaro Gattuso. Il mister del Milan ha schierato sempre la stessa formazione tipo, infortuni a parte, da quando il Diavolo ha ripreso a fare punti, ovverosia dalla fine di dicembre. Dopo il derby, il tecnico ha potuto contare su almeno otto titolarissimi. Tolti i due terzini, spesso infortunati, l'unico dubbio è stato sul centravanti. Kalinic, Cutrone e Silva si sono alternati nell'unico turnover vero. Poi Donnarumma, Bonucci, Romagnoli, Kessié, Biglia, Bonaventura, Suso e Calhanoglu hanno sempre il posto fisso. Giocare di continuo sembra fare bene a questi elementi, bistrattati a inizio anno ma rilanciati (per ora) da Gattuso. L'insegnamento di Sarri arriva fino a Milano.
Leggi su Calcionews24.com