Queste le dichiarazioni rilasciate da Rino Gattuso e raccolte dall’edizione online della Gazzetta dello Sport: “Ho tanti ricordi di questi 40 anni, ma voglio ricordare le sconfitte. Quando vincevo, non festeggiavo e pensavo già alla partita seguente. Soffrivo le sconfitte: Istanbul (finale di Champions League del 2005 contro il Liverpool, ndr) è stata una mazzata grandissima, l’ho vissuta proprio male. A Yokohama, contro il Boca Juniors (finale Coppa Intercontinentale del 2003, ndr), un’altra serata bruttissima. Ricordo le sconfitte, anche perché le vittorie ti davano energia. Le sconfitte bruciavano, e servivano persone che ti dessero una mano per rialzarti. Devo dire che qui al Milan c’erano tante persone in grado di aiutarti. Il mio regalo di compleanno? Spero che mia moglie mi regali una torta e una bottiglia di Champagne o di vino rosso”.