Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, è intervenuto in conferenza stampa in vista della sfida contro il Ludogorets, gara d'andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Ecco le sue parole: "C'è grande rispetto per loro, negli ultimi sei anni sono stati in Europa più del Milan. Ho visto che la loro squadra si trasforma, sono giocatori veloci e in campo aperto se dai spazi sono devastanti. Non dobbiamo sottovalutarli, ci possono mettere in grande difficoltà. Turnover? Vediamo domani, in questo momento do la sensazione di non aver fiducia di chi gioca meno ma non è così. Stiamo attraversando un buon momento e voglio dare continuità alle cose positive. Poi arriverà anche il momento per gli altri, non è una frase di circostanza. Dobbiamo passare il turno, siamo il Milan. Una società che in Europa negli ultimi 30 anni ha vinto tanto e abbiamo un peso importante. Abbiamo una maglia storica e bisogna rispettarla. Abbiamo anche campionato e coppa Italia, non possiamo fare calcoli. Vedo giocatori che mi hanno sorpreso a livello qualitativo, la cosa che mi affascina di più di questa squadra è l'età. Sono tutti giovani e questo mi ha facilitato a provare un certo tipo di calcio. Però mancava una componente importante, cioè essere squadra e annusare il pericolo. Tante volte alla prima difficoltà scomparivano dal campo, su questo siamo migliorati ed è merito loro, sono felice. Le parole di Sarri? Non voglio fare polemica con nessuno, ma per me è un grandissimo privilegio giocare in Europa League. Metterei la firma per poter giocare ogni tre giorni".   Foto: Twitter ufficiale Milan

L'articolo Gattuso: “Dobbiamo passare il turno, siamo il Milan. Sulle parole di Sarri…” sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.