Il tecnico del Milan racconta il colloquio con Mastour: "E' diventato famoso più per i video che per il calcio, l'ho minacciato. Ma ha dei colpi".