Si professa un traghettatore, dice di non pensare assolutamente ad una conferma ma solamente al bene del Milan. E noi, in fondo, sappiamo che è vero. Ma, d’altronde, non possiamo che pensare che, nel profondo, Rino Gattuso ad una permanenza sulla panchina del Diavolo ci spera. E non poco. In primis, grazie a dei risultati che hanno iniziato ad arrivare dal suo insediamento a Milanello. Merito del duro lavoro di un tecnico preparato, umile e rossonero fino al midollo.

Sorrisi, quelli veri

Adesso, come evidenziato dalla Gazzetta dello Sport, Rino, sorride in conferenza stampa. Scherza coi giornalisti, dimostra la serenità di chi sta facendo bene il proprio compito. Vivendo, per sua stessa ammissione, un autentico sogno. Sembra passata una vita dalla fredda notte in cui il Milan cadde, nell’ultimo turno della fase a gironi di Europa League, contro il Rijeka. Una sconfitta che inquietò, nonostante la già ottenuta qualificazione, per le modalità del suo arrivo.

Ma, adesso, tutto è profondamente diverso. Anche e soprattutto per merito di Rino. Che, adesso, sorride sincero. Come tutti i tifosi rossoneri.