Hakan Calhanoglu ha parlato così del suo adattamento al calcio italiano, e rileva dove preferisce giocare come riporta l’edizione odierna de la Gazzetta dello Sport:

“Non è facile memorizzare tutte le informazioni date. Chiaramente ho difficoltà con la lingua, non ho un traduttore, a volte mi aiutano i compagni. Dove preferisco giocare? Dietro l’unica punta o come esterno sinistro d’attacco. Cosa ci ha detto Montella? Di restare positivi”.