Il Milan si sta vestendo da grande squadra. Gattuso è riuscito a costruire un gruppo forte, come evidenzia l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, compatto in grado di reagire e soffrire anche nei momenti più delicati dei match. Il gol di Cutrone dopo appena 2 minuti cambia il leitmotiv della gara. La Spal è costretta ad alzare il baricentro e giocarsela a viso aperto. Il Diavolo, però, ora sa anche gestire le partite e nel secondo tempo dilaga grazie alla prima doppietta di baby Patrick, la rete di Biglia e il 4-0 siglato dal subentrato Borini.

Per larghi tratti del match, i rossoneri hanno rischiato, giocando peggio che a Udine. La doppietta di Cutrone ha fatto la differenza, ma nella vittoria di ieri c’è molto di più. Ora il Milan può dire di aver definitivamente recuperato ed esaltato le qualità dei singoli ancora inespresse. Bonucci guida la squadra da vero leader, Calhanoglu ha acquisito fiducia con Rino sentendosi al centro del progetto e Biglia sta tornendo ai livelli della Lazio.

Con il successo di Ferrara, il Milan ha allungato a sei il filotto di risultati utili in campionato (quattro vittorie e due pareggi), a otto quello di risultati utili consecutivi comprensivi anche della coppa Italia. Sicuramente, il modo migliore per iniziare il mese della verità. Rino Gattuso si gioca la conferma: la sua squadra comincia a provarci gusto a comportarsi da grande.