Secondo quanto evidenziato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, bene la linea difensiva del Milan, sempre attenta e compatta. Donnarumma (7) decisivo nei minuti finali, Bonucci (6,5) torna vero leader, Zapata (6,5) controlla Ljajic senza alcun tipo di problema, Romagnoli (6,5) toglie ossigeno a Niang. Sufficiente anche la prova del rientrante Rodriguez (6) sulla corsia di sinistra, è il giocatore che tocca il maggior numero di palloni. Ancora ottima prestazione di Montolivo (6,5), uno dei migliori in campo. Kessié (5,5) impalpabile nel primo tempo, sale nella ripresa ma non spacca i reparti come ci si aspetterebbe. Insufficienti anche Suso (5,5) troppo poco decisivo, Bonaventura (5) lento nello sviluppo della manovra e Calhanoglu (5) che resta un oggetto misterioso per questo Milan. Male, malissimo il reparto d’attacco. Kalinic (4,5) sbaglia tanto e partecipa poco all’azione, André Silva (5) deve ancora ambientarsi alla Serie A. Insufficienza anche per il tecnico Montella (5,5), reo di aver riproposto un 3-5-2 danneggiando il suo giocatore di maggior qualità, Suso.