Patrick Cutrone non sta certamente vivendo un periodo ricco di reti, successi e prestazioni eccellenti. “Facciamo le macumbe per far arrivare in doppia cifra Cutrone a fine stagione”, aveva scherzato il mister in conferenza stampa pre Milan-Verona, match che andrà in scena questo pomeriggio a San Siro. Il Milan ha in programma tre finali, più la finale vera, quella di Roma contro la Juventus. Il mister ha bisogno di tutti, anche di chi, come Cutrone, è a secco da ben sei gare, forse troppe per un centravanti come lui.

Toccherà a lui anche oggi. Come ricorda l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, con ogni probabilità sarà lui il centravanti rossonero, che agirà al centro di Suso e Calhanoglu. Altra chance dunque, un’altra possibilità per riprendersi dallo stand-by registrato in queste ultime apparizioni. Patrick, intanto mantiene il primato e rimane in pole come centravanti più utilizzato, ma la stagione si decide ora e sarà necessaria anche la sua impronta. “Cutrone ha passione e voglia” ha ricordato il mister.