Ruud Gullitt

[fncvideo id=88663 autoplay=true] MILANO - Pensi al grande Milan degli olandesi e pensi a Ruud Gullit, ragionamento logico ed immediato e proprio lui ha parlato del club rossonero ai microfoni di RMC SPORT. Gullit ha parlato dell'operato di Gennaro Gattuso alla guida del Milan e, controcorrente, ha predicato la calma e non si è lasciato andare a complimenti: "Credo sia presto per giudicare il suo lavoro, ci vuole tempo, almeno tre anni. Europa? E' un inizio, anche il mio Milan alla prima stagione europea fu eliminato. Il mio Milan? C'era sempre pressione, non riuscivamo a goderci le vittorie. Avevamo sempre fame di altre vittorie. Solo dopo mi sono reso conto di quello che eravamo riusciti a fare. Quando abbiamo capito di essere forti? In una partita con il Como. In 10 contro 11 riuscimmo a vincere 5-0, il che era incredibile in Italia. Da lì abbiamo cambiato mentalità. Spero che il Milan di ora possa rinascere e tornare a vincere". Sulla Roma e la Juventus: "Non credo ce la faranno, l'unico quarto di finale ancora aperto è quello tra Manchester City e Liverpool". Intanto il Milan ha messo alcuni giovani nel proprio radar, scopri chi sono: CLICCA QUI Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

The post Gullit: “Presto per giudicare Gattuso. Il mio Milan? Avevamo fame…” appeared first on Il Milanista.