Guelfi e Ghibellini, Montecchi e Capuleti, pro Cinesi e anti Cinesi. In mezzo alla guerra di partito (o di tweet) di quest’ultimo anno, c’è sempre di mezzo il Milan.