Yonghong Li e Marco Fassone, patron e AD del nuovo corso del Milan.

[fncvideo id=204163 autoplay=true] MILANO - Dopo aver investimento da un miliardo, aver rifiutato una vantaggiosa offerta di Commisso e non aver saldato il fondo di investimento Elliot, Mr Li rischia di perdere tutto. Inutile sottolineare della rabbia dei tifosi che non riescono ancora a capire cosa stia facendo Li Yonghong. Non è escluso che il Presidente rossonero stia seguendo una propria strategia: tenere aperte tre o quattro trattative, lasciare il tavolo ad accordo quasi trovato e poi rilanciare. Durante la trattativa con Fininvest, la mossa a sorpresa fu l'accordo del prestito trovato da Fassone, a Londra, con Elliott. Ed è proprio il d.g. del Milan che, secondo il Corriere della Sera, in queste ore sarebbe nella capitale inglese con Li Yonghong per trovare un accordo last minute con un nuovo Mister X, probabilmente di origine asiatica. Escluse in questo momento le piste Commisso e Ricketts. Domani il numero uno di via Aldo Rossi potrebbe quindi presentarsi da Elliott con un nuovo socio, nonostante la procedura per escutere sia già iniziata, mantenendo alcune quote. Il tentativo è disperato anche perché il fondo americano può sempre rifiutarsi di accettare il "piano Li" perché fuori tempo massimo. In tal caso Mr Li agirà per via legali. Il vantaggio? Bloccare subito l'escussione del pegno. Ma intanto la sentenza Uefa ha cambiato il mercato del club: CLICCA QUI  [poll id="517"]

The post Il tentativo disperato di Li: vendere il Milan appeared first on IlMilanista.it - News su Ac Milan e calciomercato in tempo reale.