Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano. La voglia, a volte matta, degli italiani per il calcio non si è estinta. Magari leggermente sbiadita, ma l’appeal del pallone nel territorio tricolore è e resta immenso. Un sentimento che, in particolare, sta tornando fortissimo in questo primo scorcio di stagione: in questo primo mese di gare ufficiali, infatti, si è registrato un incremento del 36% sulle presenze registrate negli stadi. Un dato certamente confortante, sia per il presente che per il futuro.

Milan trascinatore

In tale scenario al Milan spetta la palma di trascinatore assoluto. Il club rossonero, infatti, grazie al ritrovato entusiasmo serpeggiante fra i tifosi ha registrato numeri clamorosi nelle prime tre uscite ufficiali a San Siro. Nonostante gli avversari fossero Craiova, Skendija e Cagliari, l’impianto meneghino ha accolto addirittura poco più che 150 mila spettatori: 65mila contro i romeni, 40 per l’andata della doppia sfida coi macedoni e 49 nella sfida con i sardi. Numeri record.

Un match in più

In pratica, considerando solo la Serie A, si è passati dai 428341 biglietti venduti della passata stagione ai 468592. Una differenza di ben 40mila unità: in pratica, conclude l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, come se si fosse giocata una partita, di quelle peraltro importanti, in più.