Se c’è un giocatore che nelle ultime due stagioni ha trascinato in maniera completa e totale il Milan di Montella, questo è Suso. Dopo quasi un anno e mezzo di prove ad alta quota, però, la sensazione è che lo spagnolo sia per la prima volta in calo di rendimento.

Come riporta l’edizione di Tuttosport, Suso nel Milan di Gattuso tocca meno palloni e anche il suo rendimento è in calo. L’attaccante spagnolo rimane il valore aggiunto offensivo del Milan con più minuti (2211), ma sembra inevitabile che dopo tante prestazioni da trascinatore sia arrivato anche per l’ex Liverpool un piccolo momento di appannamento. Quello che è indubbio è che Suso, con Gattuso, non rappresenta più l’unica fonte di gioco offensiva rossonera: con Montella era così, adesso la crescita di Calhanoglu e il ritorno di Bonaventura sta spostando il baricentro del Milan anche leggermente più a sinistra.

Suso rimane comunque un elemento imprescindibile della rosa di Gattuso e sarà ancora un valore aggiunto. Con un obiettivo stagionale sempre in testa: arrivare al Mondiale con la sua Spagna. Da protagonista in rossonero, ovviamente.