Gianluca Lapadula ha parlato del suo arrivo al Milan e dell'esperienza in rossonero: per l'ex numero 9 nessun rimpianto L'avventura al Milan di Gianluca Lapadula è durata soltanto un anno. Quanto basta, però, per entrare nel cuore dei tifosi rossoneri. Intervistato da Calcio2000 sulla sue esperienza a San Siro, Lapa-gol non ha mostrato alcun rimorso per le scelte compiute in passato. Ecco le sue parole: «Sono contentissimo di quello che ho fatto. Siamo tornati in Europa League, abbiamo vinto un trofeo (Supercoppa Italiana, ndr) e, facendo la bellezza di 13 partite complete a livello di minutaggio, sono riuscito a fare otto gol, tre assist e tanto altro che magari non si è notato molto». Lapadula ha svelato anche un succoso retroscena di mercato riguardante il Genoa e appunto il Milan: «E' stato incredibile. Appena è diventata una pista concreta, non ho avuto nessun dubbio. Poi, per un periodo, il Milan non si è fatto più sentire e io e il mio agente stavamo per firmare con il Genoa. Per fortuna, alla fine, il Milan ha deciso di prendermi. Non ho avuto un solo dubbio. Nel giro di un paio d’ore abbiamo concluso l’accordo. Qualche giorno dopo mi sono anche sposato. La numero 9? L’ho già sentita questa storia della maglia numero 9… Io non sono mai stato scaramantico e, onestamente, mi sono sempre piaciute le responsabilità. Quella maglia mi dava responsabilità importanti, quelle che cercavo». E chissà, forse con un passionale come Gattuso in panchina, Lapa-gol porterebbe ancora oggi le mani alle orecchie in quel di San Siro...
Leggi su Calcionews24.com